La donazione di plasma

La donazione di plasma

Se hai iniziato a leggere questo "articolo" sai già che donare il sangue è di vitale importanza. Ma forse non sai che non esiste solo un modo di donare il sangue ma bensì tre; la donazione di sangue intero, la piastrinoaferesi e la plasmaferesi.

In queste poche righe prenderemo in esame la plasmaferesi cioè la donazione del solo plasma.

Il plasma è uno dei principali componenti del sangue: è la parte che contiene l'acqua, i sali minerali e le proteine.

La donazione di plasma riveste un ruolo fondamentale per curare i grandi ustionati, gli emofiliaci, i pazienti che soffrono di disturbi della coagulazione, di mancanza di difese immunitarie e malattie neurologiche.

La lista delle patologie che necessitano nelle cure del plasma fa intuire le grandi quantità di cui necessita il servizio sanitario. Attraverso la donazione di sangue intero da una sacca di sangue (450 ml), dopo la lavorazione in centrifuga si ottengono circa 250 ml, con la plasmaferesi invece se ne ottengono da un minimo di 500 ml ad un massimo di 450 ml.

MA COS'È LA PLASMAFERESI?

Il nome si compone da plasma, di cui abbiamo già parlato, e aferesi che vuoi dire portare via da...nel nostro caso si tratta di portare via dal sangue, con l'ausilio di una macchina chiamata separatore cellulare, il plasma. La donazione di plasma per il donatore è soltanto più lunga in termini di tempo, può durare in media dai 40 minuti ad un’ora.

La durata è dovuta al fatto che il prelievo è diviso in tre fasi.

La prima fase è il prelievo vero e proprio durante il quale il separatore cellulare preleva il sangue dal donatore.

Nella seconda centrifuga il sangue prelevato separando il plasma dagli altri emocomponenti, nell'ultima fase si reimmettono gli emocomponenti al donatore.

Chiunque doni il sangue, o voglia iniziare a donarlo può intraprendere questa "nuova" strada, anzi, è consigliata a tutti coloro carenti di ferro perché non prelevando i globuli rossi non intacca le riserve di ferro (ferritina).

Il plasma, che è il protagonista di questo breve articolo, proviene ovviamente da donazioni volontarie ed è essenziale assicurarsi che sempre più persone lo donino!


Stampa   Email